Storia di Piera

In questo libro nato dall'incontro di due donne di teatro si racconta di "uno strano caso di famiglia sconquassata e infelice ma che nello stesso tempo contiene in sé le ragioni arcaiche dell'unione e dell'amore. Un amore che contro ogni legge della natura si protrae al di là della vecchiaia, della dissoluzione, della morte fisica". Si racconta di un rapporto tra una madre e una figlia carico di sensualità e di complicità: figlia e madre che vanno insieme tenendosi per mano a farsi l'elettroshock, figlia e madre che vanno insieme a "pastrocciare" coi ragazzi lungo il fiume, figlia e madre che giocano insieme a fare "le signore" o "le guerriere". Si racconta di un'infanzia sonnolenta: una bambina che ha covato i suoi sogni dentro una sartoria, sedendo per ore e ore con il cucito in grembo, gli abusi degli amici del "babbo", l'amore di un prete che vuole spretarsi, lo stare alla finestra mentre la mamma consuma il suo mitico "letargo", il rifiuto istintivo della scuola, la scoperta del teatro come la "casa dei desideri", la voglia di essere allo stesso tempo maschio e femmina, "un corpo con due seni come due palle e un membro come un uovo di Pasqua"... Un linguaggio visionario e fatto esplodere dalla fantasia per una storia deformata e fatta esplodere dalla realtà. Una storia di disperazione, di coraggio, di amore. Una storia di donne che ha affascinato il regista Marco Ferreri che ne ha tratto un film con grandi attori: Hanna Schygulla è la madre, Marcello Mastroianni il padre, Isabelle Huppert è lei: Piera.

8817202142 ISBN
9788817202145 ISBN13
1980 Publish Date